Le analisi di affidabilità di qualsiasi tipo si basano sui dati. Oggi giorno grazie ai potenti software che si hanno a disposizione si possono ottenere buoni risultati in poco tempo inserendo solamente i dati. Tutto questo presuppone che il dataset a disposizione sia accurato e fedele alla realtà. I risulltati hanno già una loro fonte di incertezza in quanto espressi in termini di probabilità; se a questa distorsione si aggiunge quella relativa dati il risultato che si ottiene può essere fortemente compromesso.

Nella realtà industriale, soprattutto in determinati settori, si ha la tendenza a trascurare la taratura di uno strumento che, invece, costituisce il primo step per ottenere un buon risultato e per evitare che il tempo e il denaro impiegati ad eseguire un esperimento siano stati lavori inutili.

In Weibull++ è presente la sezione Gage R&R che consente di testare la precisione di un sistema di misurazione composto da un dispositivo per raccogliere i dati, da degli operatori e da eventuali diverse metodologie di utilizzo. La precisione è per definizione l’abilità del misuratore a produrre gli stessi valori quando vengono effettuate misurazioni ripetute di una stessa componente. La distorsione totale di un sistema si ripartisce in due sezioni: la variazione intrinseca delle unità campionarie non è controllabile mentre quella del sistema di misurazione è a sua volta la combinazione della distorsione causata dalla presenza di diversi operatori e della precisione di lettura dello strumento. Quest’ultima componente può essere notevolmente ridotta, se non del tutto eliminata, senza dover impiegare ne troppo tempo ne risorse aggiuntive. Non si può parlare di qualità di risultato senza aver testato prima la qualità del sistema di misurazione.

Si consideri ad esempio di voler condurre un esperimento in Weibull++ che coinvolga nove operatori: per l’esattezza ciascuno di essi effettua tre misurazioni distinte su componenti diverse tra loro ottenendo un data set di 27 unità.

Per via grafica si deduce facilmente il contributo di ciascuna componente alla distorsione totale mostrando in percentuale gli indici utilizzati in Weibull++ per quantificare l’accuratezza delle misure.

Ne deriva che lo strumento di misurazione adoperato non è appropriato ed è pertanto necessario l’utilizzo di un altro calibratore; omettendo questa prima analisi di controllo i risultati avrebbero assorbito l’incertezza dei dati grezzi compromettendo notevolmente la bontà del piano sperimentale.